Lo stato degli enti locali in Italia

06 Mar 2017
enti locali

Siamo arrivati alla tredicesima edizione della newsletter semestrale redatta da Ipsos sul clima del Paese e le valutazioni degli italiani circa i propri enti locali. Il semestre appena trascorso conferma le inquietudini segnalate nel corso dei primi sei mesi del 2016.  Alcuni degli indicatori rilevati da Ipsos evidenziano la tenuta di un minor pessimismo nel Paese, rispetto ai momento più difficili della crisi economica, altri invece confermano la sensazione di un rallentamento di marcia. 

Ad una congiuntura internazionale tuttora complessa (terrorismo internazionale, costante preoccupazione per i fenomeni immigratori, difficoltà dell’Europa, crescita dei movimenti anti-sistema), si è aggiunta a fine anno la crisi politica nostrana innescata dall’esito del referendum costituzionale, lasciando un clima di profonda incertezza nel Paese circa i possibili sbocchi futuri.

Le percezioni circa la propria qualità della vita restano su valori simili a quelli dei semestri precedenti, risalgono lievemente le valutazioni degli intervistati circa l’operato delle proprie amministrazioni locali. Ancora una volta la capacità di individuare guide “sicure” al Paese, sia a livello centrale, sia nelle sue articolazioni locali sarà determinante per riportare l’Italia verso un sentiero di stabilità e di crescita.

La Banca dati Ipsos Public Affairs

La Banca dati Ipsos Pa è composta da indicatori che consentono di misurare il clima economico e sociale del Paese. Il nostro istituto rileva con frequenza settimanale, per un totale di oltre 40.000 interviste all’anno, il giudizio sullo stato dell’economia del paese, la previsione riguardo la propria situazione personale e le aspettative nei confronti del welfare.

Con frequenza mensile, per un totale di circa 10.000 interviste annue, vengono rilevati i problemi più urgenti in Italia e nella propria zona, il giudizio sulla qualità della vita, la sua evoluzione (percepita) nel corso del tempo, il giudizio sull’operato delle amministrazioni locali, regione e comune.

La Banca dati Ipsos Pa consente un livello di analisi territoriale per ampiezza del comune di residenza, area geografica e, per i dati rilevati con frequenza settimanale, anche per le principali regioni italiane*.

Scarica qui il documento completo. 

 

* Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania, Puglia e Sicilia.

Per maggiori informazioni, contatta:

Luca Comodo
Luca Comodo - Group Director Ricerche Politico Elettorali
 Ipsos Public Affairs
email:luca.comodo@ipsos.com